La Sicilia 24/11/2014 Ecco «Casa accoglienza WonderLad» per bimbi con patologie oncologiche

Sarà realizzata entro il 2015 grazie a vari finanziamenti soprattutto di Fondazione Vodafone Italia e di Enel Cuore

La «Casa accoglienza WonderLad» per i bambini affetti da patologie oncologiche sarà una costruzione a piano terra, con una forma che richiama una «w», quasi un cuore, due braccia che si stringono quasi in un abbraccio disegnando una moderna corte mediterrana le cui stanze si aprono su un giardino interno. In questa casa, a consumo zero, potranno abitare 6 nuclei familiari di 4 persone ognuno che usufriranno delle aree comuni, a partire dalla cucina, dai laboratori e da un grande spazio polifunzionale dalle pareti di vetro aperto sul verde interno ed esterno.

E’ questo il progetto che ha vinto il concorso internazionale di architettura WonderLad bandito dall’associazione «Lad onlus» al quale hanno partecipato ben 104 provenienti da tutta Europa, segno della credibilità e dell’interesse suscitato dall’iniziativa. Vincitore è il progetto elaborato dallo studio «Frontini Terrana Architects», composto da 10 professionisti tra ingegneri, architetti, designer e paesaggisti e guidato da Vittorio Frontini e Antonio Terrana.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.  Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.