Metodi

L’arte terapia è ormai riconosciuta come una forma di psicoterapia che facilita “l’auto-espressione, la riflessione, il cambiamento e la crescita personale” (Associazione Britannica degli Arte Terapeuti, 2003). L’arte terapia, che ha le sue radici nell’arte e nella psicoanalisi, sta maturando la sua identità attraverso l’analisi del suo specifico metodo di lavoro: il lavoro simbolico.

La specificità degli interventi di arte terapia, che consistono, in senso lato, nel far uso delle immagini e dell’immaginario, aiutano il paziente nella espressione ed elaborazione del suo mondo interiore, all’interno del rapporto terapeutico. P. Caboara Luzzatto, Arte Terapia. Una guida al lavoro simbolico per l’espressione e l’elaborazione del mondo interno. Cittadella ed, Assisi. 2009

L’arte terapia, nata negli anni quaranta nei paesi anglosassoni, si è via via sviluppata nel resto del mondo[….] L’approccio psicodinamico all’arte terapia si fonda sull’integrazione tra l’esperienza della dimensione sensoriale e quella simbolica. Si basa inoltre sul presupposto che il prodotto artistico e il processo creativo siano contenitori e organizzatori di affetti, attraverso i quali è possibile affrontare situazioni difficili e momenti di cambiamento.

Nella metodologia dell’arte terapia si intrecciano le conoscenze specifiche dei materiali artistici e dell’arte visiva, con i principi di base della relazione terapeutica sia a livello individuale che di gruppo. Le applicazioni pratiche vanno dalla prevenzione alla cura. M. Della Cagnoletta, 2010. Arte Terapia. La prospettiva psicodinamica. Carocci ed. spa Roma.

Approccio Psicodinamico

È a Freud che risale la definizione corrente e più nota di questa disciplina. Nel 1917 egli sostenne la necessità di sviluppare una  psicologia improntata ad una “concezione dinamica” della mente, spiegando il perché della scelta di questo aggettivo.

I “fenomeni osservabili”- egli dice- vanno presi non come tali ma “come indizi” di un “gioco di forze”, ovvero come il risultato di tendenze che sono interne all’individuo, tendenze talora concordanti, talora e più tipicamente in contrasto fra loro.

L’orientamento psicodinamico, vale oggi in larga misura, come indagine su un’infinità di episodi e problemi umani. Quando ci chiediamo quale sia la genesi psicodinamica di un atteggiamento, di un errore, di un sintomo qualsiasi, intendiamo dire che ne ricerchiamo la causa nella vita e nelle vicende personali del soggetto, e soprattutto nell’elaborazione inconscia che egli ne ha fatto.

La psicologia dinamica come quella teoria dell’individuo e dei rapporti interpersonali è tributaria sia della psicoanalisi sia delle maggiori scuole cliniche che si sono occupate dell’inconscio e della dialettica affettiva

Jervis G. (1993), Fondamenti di psicologia dinamica, Feltrinelli Editore Milano .

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.  Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.